Gruppo Scientifico AMB Missaglia

DESCRIZIONE DELLA SPECIE

[Indietro a Ritrovamenti]  [Indietro a Indice specie]

    Divisione    

    Eumycota

    Classe

    Basidiomycetes

    Ordine

    Boletales

    Famiglia

    Boletaceae
     
    Gyrodon lividus (Bull: Fr.) Karsten.
    Dal latino lividus = per il colore che il fungo prende al tocco, soprattutto i pori.

Cappello: 5 ÷ 15 cm. convesso poi spianato e depresso, ocra-giallastro leggermente vischiosa la cuticola. Margine sottile e involuto nel giovane.

Tubuli: cortissimi, molto decorrenti sul gambo, non separabili dalla carne del cappello. Giallo-verdastri.

Pori: piccoli, giallo-bruno, al tocco verdastri.

Gambo: eccentrico, ricurvo, pieno, fibroso, concolore al cappello.

Carne: molle nel cappello, legnosa nel gambo, giallognola con debole viraggio azzurro. Odore nullo, sapore acidulo.

Habitat: esclusivo dell’ontano in luoghi acquitrinosi ove appunto vive questa pianta. Piccole stazioni di crescita in Valle S. Croce nel parco del Curone e Val Fredda (stesso parco).

Commestibilitá:  commestibile, molto scadente.

Note: fungo di una certa raritá come lo sono i suoi luoghi di crescita. Per la decorrenza dei tubuli sul gambo e per la loro non separabilitá dalla carne del cappello questo fungo č considerato il passaggio tra il Genere Boletus e il Genere Polyporus.

 

Gyrodon lividus

Gyrodon lividus

          Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo

Copyright(c)  2007 - 2008 GSM AMBMissaglia. Tutti i diritti riservati.