Gruppo Scientifico AMB Missaglia

DESCRIZIONE DELLA SPECIE

[Indietro a Ritrovamenti]  [Indietro a Indice specie]

    Divisione    

    Eumycota

    Classe

    Basidiomycetes

    Ordine

    Aphyllophorales
    (Holobasydiomycetes)

    Famiglia

    Boletaceae
     
     Hydnum repandum (L: Fr.)
    Dal latino repandus = ripiegato all’insù.
    Nome dialettale: stécheren.

Cappello: 5 ÷ 15 cm. forma variabilissima: convesso, spianato, concavo, molte volte bitorzoluto. Cuticola opaca, liscia, si screpola con il tempo secco. Giallastro in molte tonalitá ma anche quasi bianco.

Aculei: più chiari del cappello, decorrenti sul gambo per un buon tratto, fitti.

Gambo: in maggioranza robusto ed eccentrico, corto, pieno, più chiaro del cappello.

Carne: bianca, giallina al taglio, dura e fragile, sapore un pó acidulo.

Habitat: fine estate-autnno. Comunissimo nei boschi di latifoglia, collinari e montani. Abbondante.

Commestibilitá: commestibile.

Note: fungo che a prima vista i cercatori inesperti confondono con C. cibarius (Fr.: Fr.) Fr.. In mano è facilmente riconoscibile per l’imenio aculeiforme al posto di quello pseudolamellare del C. cibarius (Fr.: Fr.) Fr.. Nelle nostre zone esiste anche Hyndum rufescens (Sch.: Fr.) che è più piccolo, colorazione più rossa e aculei non decorrenti sul gambo ma solamente adnati, stesso habitat e stessa commestibilitá anche se meno frequente. Buono conservato sott’olio.

 

 hydnum repandum

Hydnum repandum

 

      Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo

Copyright(c)  2007 - 2008 GSM AMBMissaglia. Tutti i diritti riservati.