Gruppo Scientifico AMB Missaglia 

DESCRIZIONE DELLA SPECIE

[Indietro a Ritrovamenti]   [Indietro a Indice specie]

    Divisione    

    Eumycota

    Classe

    Basidiomycetes

    Ordine

    Tricholomatales

    Famiglia

    Hygrophoraceae

     
    Hygrophorus eburneus (Bull.: Fr.) Fr.  
    Dal latino "eburneus" = bianco candido. Per il suo colore.

Cappello: 2 ÷ 5 cm, convesso, poi piano, qualche  volta  ondulato, con  largo umbone, bianco, cuticola liscia, ricoperta da un glutine  trasparente e vischioso, margine sottile, involuto negli esemplari giovani, poi disteso ed eccedente sulle lamelle.

Lamelle: adnate e appena decorrenti, spaziate, intercalate da corte  lamellule, bianche con riflessi  aranciati o rosacei, filo regolare.

Gambo: cilindrico, slanciato e a volte ricurvo, attenuato alla base, pieno, bianco con sfumature ocracee alla base, superficie  liscia  ricoperta  di glutine  vischioso  fino  quasi  all’apice, dove  presenta  delle  minuscole fioccositį.

Carne: biancastra, fibrosa, scarsa  nel  cappello, odore  sgradevole  come  di  pesce  o  di  tarlo  del legno.

Habitat: boschi di latifoglie con presenza di querce, faggete, in autunno.

Commestibilitį: non commestibile.

Note: č un fungo che si nota facilmente nel  fogliame  del sottobosco per il suo colore bianco e lucente per il glutine che ricopre il cappello e parte del gambo, difficile da raccogliere  per  la sua visciditį e per il  gambo interrato in profonditį. In habitat di quercia č comune la varietą quercetorum, che presenta  una  colorazione  nocciola  nella  parte  centrale del cappello

 

 

    Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo

Copyright(c)  2007 - 2008 GSM AMBMissaglia. Tutti i diritti riservati.