Gruppo Scientifico AMB Missaglia

DESCRIZIONE DELLA SPECIE

[Indietro a Ritrovamenti]  [Indietro a Indice specie]

    Divisione    

    Eumycota

    Classe

    Basidiomycetes

    Ordine

    Tricholomatales

    Famiglia

    Hygrophoraceae

     
    Hygrophorus russula  (Sch.: Fr.) Quélet 
    Dal latino "russus" = rosso. Per il colore rosato del cappello
    Sinonimi:      Tricholoma russula (Fr.: Fr.) Gillet

Cappello: 5-15 cm, robusto e carnoso, dapprima emisferico, poi convesso e appianato, irregolare e ondulato con largo umbone, di colore bianco e rosa con chiazze violacee  e  rosso  porpora, cuticola  viscida  a  tempo umido, con fibrille innate. Margine fortemente involuto, poi disteso negli esemplari maturi.

Lamelle:  adnate-smarginate, fitte, con  numerose  lamellule, con filo irregolare, di colore bianco macchiate di rosso vinoso.

Gambo:  cilindrico, tozzo, pieno e a volte ricurvo, attenuato in basso, liscio, che si macchia di  rosso  vinoso specialmente alla base.

Carne:  consistente, fibrosa, bianca  con  viraggio al rosa nel gambo, senza odori particolari, sapore amaro.

Habitat:  boschi di latifoglie con presenza di querce, e castagni in  colonie  di  numerosi  esemplari, anche cespitosi, in autunno.

Commestibilità: commestibile

Note: molto ricercato nelle zone di crescita per la conservazione sott’olio, cresce   nascosto nel fogliame ed è sufficiente scorgere il primo esemplare per trovare l’intera colonia. E difficile confonderlo con altre specie per la taglia  massiccia e per il cappello vistosamente decorato da macchie rossastre e violacee.

 

Hygrophorus russula

 

        Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo

Copyright(c)  2007 - 2008 GSM AMBMissaglia. Tutti i diritti riservati.