Gruppo Scientifico AMB Missaglia

DESCRIZIONE DELLA SPECIE

[Indietro a Ritrovamenti] [Indietro a Indice specie]

    Divisione    

    Eumycota

    Classe

    Basidiomycetes

    Ordine

    Agaricales

    Famiglia

    Strophariaceae

     
    Hypholoma fasciculare (Huds.:Fr.) Kummer
    Dal latino “fasciculus” = mazzo, fascicolo.
    Per la crescita cespitosa.

Cappello: 2 ÷ 7 cm, globoso, emisferico, poi convesso, talora con umbone arrotondato; cuticola glabra, liscia, di colore giallo zolfo o giallo aranciato, più carico al disco. Il margine è a lungo incurvato, e sovente reca residui di velo cortiniforme.

Lamelle: adnate o annesse al gambo, di colore giallo-verdognolo caratteristico, poi via via, olivastre o più o meno brunastre.

Gambo: fino a 10 cm, cilindrico o slanciato, flessuoso e incurvato, di colore giallo, con la base fulvo-aranciata. Ricoperto da fini fibrille e a volte con resti di velo.

Carne: esigua nel cappello, eccetto al disco, di colore giallognolo, ma brunastra alla base, con odore poco significativo e sapore molto amaro.

Habitat: in gruppi numerosi su ceppaie, sia di latifoglia che di conifera; si può trovare tutto l’anno, eccetto la stagione invernale, molto comune.

Commestibilitá: velenoso.

Note: si tratta del tipico “falso chiodino”, che, nonostante la carne decisamente amara, provoca avvelenamenti di tipo gastrointestinale; l’unica affinitá con A. mellea è la crescita cespitosa su ceppaie, per il resto differisce per il colore delle lamelle, gialle e non crema, per il colore della carne, gialla e non bianca, per il suo sapore, amaro e non dolce. Gli è simile H. sublateritium, più carnoso, robusto e con colori aranciati o fulvi, ugualmente tossico, e H. capnoides, con le lamelle grigiastre e carne dolce, ritenuto commestibile, ma per ovvie ragioni da evitare.

 

Hypholoma fasciculare

Hypholoma fasciculare

Hypholoma fasciculare

          Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo

Copyright(c)  2007 - 2008 GSM AMBMissaglia. Tutti i diritti riservati.