Gruppo Scientifico AMB Missaglia

DESCRIZIONE DELLA SPECIE

[Indietro a Ritrovamenti]   [Indietro a Indice specie]

    Divisione    

    Eumycota

    Classe

    Basidiomycetes

    Ordine

    Tricholomatales

    Famiglia

    Tricholomataceae

     
    Lepista nuda (Bull.: Fr.) Cooke  
    Dal latino "nudus " = nudo. Per la cuticola glabra.

Cappello: 5 ÷ 15 cm, convesso poi appianato, a volte con umbone largo; cuticola liscia e opaca, untuosa a tempo umido, di colore violetto, ma anche fulvo, specialmente al disco; margine a lungo involuto.

Lamelle: adnate o appena decorrenti, fitte con molte lamellule, violette poi brunastre.

Gambo: fino a 10 cm, cilindrico con base ingrossata ed a volte bulbosa, di colore grigio-violetto, ricoperto da una pruina biancastra, specialmente all’apice. La base è interamente ricoperta da un micelio cotonoso di colore violetto.

Carne: tenera e fragile di colore violetto con odore forte, aromatico.

Habitat: nei boschi ricchi di hummus e residui vegetali,  specialmente di conifere; gregario, in ruppi numerosi in autunno-inverno, e qualche vola anche in primavera.

Commestibilitá: commestibile.

Note: da non confondere con Lepista glaucocana che ha colori molto più pallidi ed odore terroso, o con Lepista sordida che è più piccola e meno carnosa ed ha habitat diverso (zone erbose), in ogni caso entrambe queste lepiste non sono tossiche.

 

Lepista nuda

Lepista nuda

         Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo 

Copyright(c)  2007 - 2008 GSM AMBMissaglia. Tutti i diritti riservati.