Gruppo Scientifico AMB Missaglia

DESCRIZIONE DELLA SPECIE

[Indietro a Ritrovamenti]   [Indietro a Indice specie]

    Divisione    

    Eumycota

    Classe

    Basidiomycetes

    Ordine

    Agaricales

    Famiglia

    Agaricaceae
     
    Macrolepiota rhacodes (Vittadini) Singer (?) 
    Dal greco "rhacos" = straccio. Per la cuticola lacerata.
    Sinonimi: Agaricus rhacodes, Lepiota rhacodes

Cappello: Da 10 a 15 cm, inizialmente quasi sferico, poi campanulato ed infine disteso, privo di umbone;cuticola che si lacera in squame larghe e grossolane, fitte e quasi sovrapposte, disposte concentricamente, di colore bruno-grigio, più scuro che in Macrolepiota procera.

Lamelle:  Libere con collarium, fitte, facilmente separabili dal cappello, di colore bianco-crema, poi bruno-rosate.

Gambo: Da 10 a 20 cm,  +- cilindrico, centrale, con vistoso bulbo basale submarginato, nudo e liscio, di colore bianco, poi più scuro con l’età. Anello semplice e mobile, biancastro; alla sezione è cavo.

Carne:   Bianca, vistosamente virante all’arancione vivo poi al rosso vinoso, con odore e sapore gradevoli.

Habitat:. In parchi e giardini ma anche in boschi, soprattutto di conifera, gregario. Comune da giugno ad ottobre.

Commestibilità: Da non ritenersi commestibile per la possibile confusione con Macrolepiota venenata, che gli è del tutto simile.

Note: I caratteri che più la distinguono da Macrolepiota procera sono il gambo liscio e il viraggio vistoso della carne al taglio o allo sfregamento, unitamente al colore più scuro ed uniforme del cappello e la taglia mediamente più piccola

 

 

Macrolepiota rhacodes

 Macrolepiota rhacodes

 

      Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo 

Copyright(c)  2007 - 2008 GSM AMBMissaglia. Tutti i diritti riservati.