Gruppo Scientifico AMB Missaglia

DESCRIZIONE DELLA SPECIE

[Indietro a Ritrovamenti]  [Indietro a Indice specie]

    Divisione    

    Eumycota

    Classe

    Basidiomycetes

    Ordine

    Tricholomatales

    Famiglia

    Tricholomataceae

     
    Paxillus involutus (Batsch : Fr.) Fries
    Dal latino “involutus” = involuto. Per il margine molto involuto

Cappello: 5 ÷ 10 cm, inizialmente convesso, poi appianato con depressione al centro, ed infine più o meno imbutiforme, con margine fortemente involuto; cuticola finemente feltrosa, secca e opaca, vischiosa a tempo umido, di colore bruno-ocra, cannella, con macule rossastre, specie se traumatizzato.

Lamelle: decorrenti sul gambo, anastomosate, facilmente separabili dalla carne del cappello, di colore giallo-ocra pallido, al tocco bruno-rossastre.

Gambo: fino a 7 cm, cilindraceo e un pó attenuato alla base, a volte eccentrico, concolore al cappello, o più scuro se manipolato.

Carne: di colore ocra pallido, virante al bruno-rossiccio al taglio, annerente alla cottura. Odore non significativo e sapore amarognolo.

Habitat: nei boschi umidi, ma anche in parchi e giardini, gregario; dall’estate fino al tardo autunno.

Commestibilitá:  velenoso.

Note: è un fungo a lungo considerato commestibile, ma che ha provocato avvelenamenti anche mortali se consumato poco cotto, o in più pasti ravvicinati. Gli è simile P. filamentosus, che ha il cappello più squamato, carne più giallastra, ed è simbionte dell’ontano.

 

Paxillus involutus

          Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo 

Copyright(c)  2007 - 2008 GSM AMBMissaglia. Tutti i diritti riservati.