Gruppo Scientifico AMB Missaglia

DESCRIZIONE DELLA SPECIE

 [Indietro a Ritrovamenti]  [Indietro a Indice specie]

    Divisione    

    Eumycota

    Classe

    Basidiomycetes

    Ordine

    Pluteales

    Famiglia

    Pluteaceae

     
    Pluteus cervinus (Schaeffer) Kummel.
    Dal latino "cervinus" =  inerente al cervo. Per il colore del cappello.
    Sinonimi:  Pluteus atricapillus.

Cappello: 5 ÷ 15 cm, globoso poi largamente conico, spesso con umbone ottuso e largo. Cuticola liscia, sericea, fibrillosa soprattutto al disco. Colore bruno piů o meno scuro con orlo piů chiaro.

Lamelle: libere , fitte, intercalate da numerose lamellule, ventricose, di colore biancastro poi rosa incarnato per le spore a maturitá.

Gambo: fino a 15 cm, leggermente attenuato verso l’alto e con base bulbosa, striato longitudinalmente e ricopertola fibrille brune su sfondo bianco.

Carne: piuttosto fragile e molle nel cappello, fibrosa nel gambo, con odore di rafano e sapore dolce. Colore biancastro.

Habitat: saprofita su ceppaie, soprattutto di latifoglia. Estate-autunno, ma a volte anche in primavera.

Commestibilitá: commestibile.

Note: i Pluteus si riconoscono abbastanza facilmente per le lamelle rosate a maturitá, libere al gambo che li distingue da Entoloma, e la carne eterogenea (cappello che si separa dal gambo nettamente, senza rotture). I colori sono per la maggior parte brunastri.

 

Pluteus cervinus

Pluteus cervinus

Pluteus cervinus

 

          Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo 

Copyright(c)  2007 - 2008 GSM AMBMissaglia. Tutti i diritti riservati.