Gruppo Scientifico AMB Missaglia

DESCRIZIONE DELLA SPECIE

[Indietro a Ritrovamenti] [Indietro a Indice specie]

    Divisione    

    Eumycota

    Classe

    Basidiomycetes

    Ordine

    Tricholomatales

    Famiglia

    Tricholomataceae
     
    Tricholoma terreum  (Sch.: Fr.) Kummer 
    Dal latino "terreus" = terreo. Per il suo colore grigio terra.

Cappello:  3-8 cm, campanulato , poi convesso  e  appianato, con  umbone  centrale  pronunciato, superficie feltrata, di  un  colore  grigio, grigio  bruno, ricoperta  da  fibrille  radiali  più  scure, quasi nerastre. Margine involuto, irregolare, fessurato  negli  esemplari adulti, con orlo che deborda sopra le lamelle.

Lamelle: adnate smarginate, fitte, con numerose lamellule, biancastre, con  filo  regolare, diventano scure negli esemplari maturi senza  ingiallire.

Gambo: cilindrico, regolare, spesso   ricurvo   alla   base, pieno, colore  bianco, liscio, con   aspetto sericeo, ingrigisce e diventa fibroso in età.

Carne: bianca, grigia sotto la cuticola  che  si  asporta  facilmente, molto  fragile  nel  cappello, inodore, con sapore dolciastro e farinoso all’assaggio.

Habitat: boschi   di   conifere, ai  bordi  di  sentieri, ma  anche  in  parchi  e  giardini  con  presenza  di pini. Dall’estate al tardo autunno, fino alle prime gelate.

Commestibilità:  commestibile.

Note: conosciuto  con  il  nome  popolare  di  moretta  è  un  fungo  molto  ricercato  e  apprezzato  per  le  sue  ottime caratteristiche di  commestibilità. Gli  sono simili Tricholoma myomyces, dal cappello più chiaro e portamento esile, con un anello sul gambo appena accennato,  Tricholoma  scalpturatum con le lamelle che ingialliscono ngli esemplari maturi e Tricholoma  gausapatum, dal  cappello più scuro e con  lamelle a filo seghettato, tutte specie commestibili.

 

Tricholoma terreum

Tricholoma terreum

Tricoloma terreum

      Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo

Copyright(c)  2007 - 2008 GSM AMBMissaglia. Tutti i diritti riservati.