Gruppo Scientifico AMB Missaglia

DESCRIZIONE DELLA SPECIE

[Indietro a Ritrovamenti]   [Indietro a Indice specie]

    Divisione    

    Eumycota

    Classe

    Basidiomycetes

    Ordine

    Boletales

    Famiglia

    Boletaceae
     
    Xerocomus badius (Fr.: Fr.) Gilbert.
    Dal latino badius = bruno.
    Nome dialettale = castagneau

Cappello: 5 ÷ 15 cm. convesso appianato, color bruno-scuro, rossastro. Cuticola vellutata e asciutta a tempo secco, leggermente vischiosa a tempo umido. Margine a lungo involuto nei giovani.

Tubuli: di media lunghezza, attaccati al gambo, biancastri, giallastri poi verdastri.

Pori: caratteristici giallo-oliva al tocco virano rapidamente al verde-azzurro. Piccoli poi ampi e angolosi.

Gambo: tozzo e panciuto se cresciuto in ambiente pulito, cilindrico ed esile se cresciuto in ambiente erboso. Fibrilloso, striato, giallastro più scuro verso la base senza ombra di reticolo.

Carne: bianca vira, al taglio al verde più o meno intenso oppure in rapporto al grado di umiditá. Odore di frutta acerba, sapore dolciastro.

Habitat: castagno, betulla, pino silvestre. Ben presente anche nei nostri boschi misti di collina ove comincia ad essere particolarmente conosciuto. Autunno anche inoltrato con tempo molto umido. Se sono presenti le piante giuste non disdegna neppure parchi e giardini cittadini.

Commestibilitá: commestibile.

Note: in molte zone conosciuto come castagneau per il suo crescere sotto castagno. Gli Xerocomes sono ben riconoscibili per la mancanza di reticolo, cuticola di norma secca e tomentosa (Xerocomus badius  è l’unico che si discosta) e pori a maturazione molto grandi e angolosi. Tutto il gruppo è commestibile più o meno apprezzato, ma questa specie è considerata la migliore, ottima anche sott’olio oppure essiccata.

 

 

      Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo

Copyright(c)  2007 - 2008 GSM AMBMissaglia. Tutti i diritti riservati.