Gruppo Scientifico AMB Missaglia

DESCRIZIONE DELLA SPECIE

[Indietro a Ritrovamenti]  [Indietro a Indice specie]

    Divisione    

    Eumycota

    Classe

    Basidiomycetes

    Ordine

    Boletales

    Famiglia

    Boletaceae
     
    Xerocomus subtomentosus (L: Fr.) Quélet 
    Dal latino subtomentosus = inerente alla pelositá del cappello

Cappello: 5 ÷ 15 cm. emisferico-convesso. Ocra-oliva, ocra-giallastro. Cuticola secca, a volte si screpola (si intravede carne biancastra), opaco, cuticola asportabile solo a frammenti.

Tubuli: attaccati al gambo e con l’etá anche leggermente decorrenti su di esso. Giallo-olivastri.

Pori: molto grandi, spigolosi, non rotondi, giallo vivo poi verdastri, azzurro al tocco, soprattutto a tempo umido.

Gambo: Cilindrico, spesso curvo, attenuato in basso, giallo ocra, finemente cosparso di granulazioni. Tipicamente rugoso (come il gambo del sedano).

Carne: giallastra, vira leggermente in azzurro soprattutto in presenza di forte umiditá.Soda nel giovane ma subito molliccia. Inodore, sapore dolciastro.

Habitat: comunissimo dappertutto, sia sotto latifoglia che conifera, anche nei giardini e parchi cittadini. Da Giugno ad Ottobre.

Commestibilitá: commestibile.

Note: possiamo confonderlo con due specie molto tipiche che frequentano lo stesso habitat e lo stesso periodo di crescita:
- Xerocomus chrysenteron (Bull) Quélet che però presenta sempre screpolature sul cappello ove fanno intravedere carne rossastra, inoltre presenta una fiammatura rossa sul gambo.
- Xerocomus rubellus (Quélet) che però è più piccolo e color rosso ciliegia, rossastro-rosato, gambo rosso a metà e rosso-bruno alla base.
Per quanto riguarda l’uso in cucina si consiglia di raccogliere esemplari giovani.

 

Xerocomus  subtomentosus

Xerocomus  subtomentosus (imenoforo)

 

 

      Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo

Copyright(c)  2007 - 2008 GSM AMBMissaglia. Tutti i diritti riservati.