Gruppo Scientifico AMB Missaglia

Nozioni di Sistematica
Elaborazione testi: Gruppo Scientifico AMB Missaglia (GSM)
Bibliografia : INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEI FUNGHI - Circolo Micologico G.Carini - Brescia
 
 
In questo ordine troviamo i generi che hanno l’imenoforo a tubuli e pori
 
Funghi omogenei, da medio-piccoli a grandi, carnosi, putrescibili, a volte con evidenti residui di velo; imenoforo di aspetto spugnoso composto da tubuli e pori, raramente lamellato, generalmente staccabile con facilità dalla carne; gambo centrale o appena eccentrico. Terricoli micorrizici, raramente parassiti o saprofiti (in questo caso lignicoli o parassiti di altri funghi).
 
FAMIGLIE:
Boletaceae (tubuli e pori)
Boletaceae (lamellate)
 
BOLETACEAE
Tubuli / Pori
Funghi carnosi, composti da gambo e cappello asciutti o viscoso-glutinosi, con imenio tubuloso separabile dal cappello, a pori di svariati colori: bianchi, gialli, rosa, rossi ecc. in molti casi viranti al verde-bluastro, al blu o nero al tocco o leggera pressione. Raramente l’imenio si presenta lamellato (vedi boletaceae lamellate). Gambo panciuto, cilindrico, obeso, centrale. Alcune specie presentano residui di velo sotto forma di anello, glutinosità o fibrosità lanuginose. A volte presenza di reticolo, punteggiatura o fiocchettatura. Omogenei. Carne bianca, gialla, bianco-grigiastra, aranciata, in molti casi virante verso l’azzurro, verde-bluastro, nerastro ecc. al taglio o alla frattura. Polvere sporale da giallo chiaro a cannella, rosa, bruno-porpora ma, più frequentemente, bruno-olivastra. Funghi micorrizici, salvo eccezioni (es. B. parasiticus) o lignicoli (genere Pulveroboletus).
 
BOLETACEAE
Lamellate
E’ oramai accertato da tutti gli studiosi il fatto che vede questo gruppo di specie fungine essere di transizione dall’ordine Agaricales all’ordine Boletales. Questa teoria è  strettamente legata all’evoluzione delle specie e non è caso unico nel grande mondo dei macromiceti.
 
Due esempi:
      Le Cantarellaceae che segnano il passaggio da Aphyllophorales ad Agaricales.
Il genere Gyrodon (G. lividus) da Boletaceae a Poliporaceae.
 
In effetti le affinità che mostrano le boletaceae lamellate con i boleti sono molto evidenti:
      Una forte anastomosi o intervenosità che forma nell’imenoforo grossi pori ben visibili all’attacco delle lamelle al cappello.
       Distacco totale molto facile dell’imenoforo dal cappello.
       Spore di tipo ellissoidi-fusiformi molto simili a boletaceae.
 
 BOLETACEAE tuboli e pori
(Eumycota, Basidiomycetes, Boletales)
– Generi (tuboli e pori):
                GYRODON
                GYROPORUS
                TYLOPILUS
                BOLETUS
                LECCINUM
                SUILLUS
                XEROCOMUS
                BOLETINUS
                PORPHYRELLUS
                STROBILOMYCES
                AUREOBOLETUS
PULVEROBOLETUS
 
Indietro a SISTEMATICA   genere GYRODON (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Cappello carnoso imputrescibile, carne biancastra che essicca facilmente. Tuboli cortissimi, decorrenti, non staccabili dal cappello, pori larghi e angolosi. Gambo eccentrico e ricurvo senza reticolo. Nota: per i pori che non si staccano e per il portamento potrebbe essere considerato il trait-d’union tra le poliporaceae e le boletaceae. Funghi micorrizici. Microscopia: spore molto piccole, brunastre.
 
Indietro a SISTEMATICA   genere GYROPORUS (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Cappello carnoso, vellutato-tomentoso. Tuboli lunghi e distanti dal gambo. Pori bianchi piccoli e rotondi. Carne immutabile (come nel G.castaneous) o virante in blu come nel G. cyanescens. Gambo corticato, cavernoso, fragile e cassante senza reticolo. Funghi micorrizici. Microscopia: spore medie, gialline.
 
Indietro a SISTEMATICA   genere TYLOPILUS (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Cappello vellutato-pulvinato. Tuboli lunghi, rosei, guancialiformi, liberi al gambo. Pori piccoli e rosati. Carne biancastra, immutabile e amara. Gambo con evidentissimo reticolo in rilievo, nerastro. Microscopia: spore rosate, fusiformi.
 
Indietro a SISTEMATICA   genere BOLETUS (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Cappello grande, carnoso, pulvinato, liscio, tomentoso, secco o vischioso. Tuboli lunghi, liberi o adnati, facilmente asportabili, con colori diversi: bianchi, gialli, verdi, arancio o rossi. Pori piccoli (in primordio sono chiusi). Carne soda, bianca o gialla, immutabile o virante all’azzurro +/- intenso, putrescibili. Gambo robusto, carnoso omogeneo con reticoli o cosparso di granulosità o punteggiatura. Simbionti. Microscopia: spore grandi, fusiformi, olivastre.
Questo genere si divide in quattro sezioni:
 
 •         genere BOLETUS gruppo EDULES
Pori bianchi poi a maturazione giallastri o verdognoli, carne bianca, immutabile, dolce, gambo reticolato.
·       genere BOLETUS  gruppo APPENDICULATI
Pori gialli, carne gialla +/- virante, sapore dolce, con reticolo (es. B. appendiculatus, B. regius), senza reticolo (B. fragrans).
        genere BOLETUS  gruppo CALOPODES
Pori gialli, carne giallastra pallida, virante, sapore amaro. Gambo con reticolo +/- evidente.
         genere BOLETUS gruppo LURIDI
Pori rossi o arancio, carne giallastra virante. Gambo con reticolo a maglia allungata (es. B. luridus), molto esteso (B. purpureus) oppure senza reticolo ma con punteggiatura (es. B. erithropus) oppure gambo nudo (es. B. queletii).
 
Indietro a SISTEMATICA   genere LECCINUM (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Cappello carnoso, emisferico, cuticola sovente screpolata. Tuboli molto lunghi. Pori bianco-grigi e più raramente gialli. Carne +/- virante al rosso, verde, grigio, lilacino. Gambo fibroso, duro, costolato ornato da fioccosità. Base del gambo molte volte con sfumature verdi, rosse o brunastre. Microscopia: spore grandi, fusiformi ocra-bruno.
 
Indietro a SISTEMATICA   genere SUILLUS (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Cappello con cuticola vischiosa facilmente asportabile. Tuboli adnati. Pori Gialli, piccoli e in alcuni casi secernenti goccioline. Carne tenera, giallastra. Gambo con granulazioni (es. S. granulatus o B. plorans). Gambo privo di granulazioni (es. B. bovinus). Simbionti delle conifere. Microscopia: spore piccole, allungate, bruno-cannella.
 
Indietro a SISTEMATICA   genere  XEROCOMUS (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Cappello con cuticola secca, opaca, pochi quelli con cuticola vischiosa (es. X. badius), cuticola sovente screpolata. Tuboli lunghi, adnati, colore giallastro. Pori ampi ed irregolari. Carne immutabile o virante in blu, facilmente putrescibile. Gambo senza anello ne reticolo vero e proprio, ma spesso percorso da evidenti costolature longitudinali. Nessuna specie tossica o sospetta. Microscopia: spore piccole, bruno-olivastre.
 
Indietro a SISTEMATICA   genere BOLETINUS (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Cappello generalmente umbonato con cuticola asciutta e fittamente squamuloso. Tuboli molto corti e decorrenti sul gambo, difficilmente asportabili. Pori ampi, allungati e disposti in senso radiale. Gambo con anello, con tipico rivestimento feltrato, e cavo fin da giovane. Microscopia: spore oblunghe, fusiformi, giallo-oliva.
 
Indietro a SISTEMATICA   genere PORPHYRELLUS (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Cappello brunastro, tomentoso. Tuboli inizialmente crema poi bruno-porpora. Pori grigio-giallognoli nel giovane fino a bruno-porpora a maturità, fuliginosi, al tocco tendono ad annerire. Gambo color bruno con granulosità. Carne bianco-grigiastra, al taglio virante in rosa.. Microscopia: spore grandi, fusiformi color rosso-porpora, rosso bruno.
 
Indietro a SISTEMATICA   genere STROBILOMYCES (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Cappello rivestito da grosse squame nerastre. Tuboli lunghi, protetti nei giovani da una cortina membranosa. Pori ampi, angolosi che virano al rosso alla pressione, nerastri quando sono vecchi. Carne biancastra, arrossa al taglio, coriacea e imputrescibile. Gambo con anello ricoperto da fioccosità. Microscopia: unico caso nelle boletaceae: spore rotonde ornamentate (reticolate).
 
Indietro a SISTEMATICA   genere AUREOBOLETUS (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Funghi di medie dimensioni. Cappello e gambo vischiosi. Pori piccoli, giallo-oro intenso. Carne biancastra, appena rosata all’aria. Esclusivo di boschi di latifoglia.
 
Indietro a SISTEMATICA   genere CHALCIPORUS (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Funghi di piccole dimensioni. Pori ampi e angolosi, rosso-aranciato, rosso-cannella. Gambo fibrilloso con residui di micelio basale giallo vivo. Carne giallastra, giallo-vivo alla base del gambo, amara o piccante.
 
Indietro a SISTEMATICA   genere PULVEROBOLETUS (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Superficie del gambo e del cappello +/- polverosa. Tuboli sub-decorrenti, giallastri o giallo-rossastri o verdi-bluastri, lunghi. Pori ineguali, assai piccoli. Gambo fibrilloso-feltrato e po’ arrosseggiante, a volte vischioso. Carne giallastra, leggermente bluastra, micelio giallastro. Lignicoli. Microscopia: spore piccole, olivastre.
 
BOLETACEAE lamellate
(Eumycota, Basidiomycetes, Boletales)
– Generi  (lamellati):
                CHROOGOMPHUS
                HYGROPHOROPSIS
                GOMPHIDIUS
                OMPHALOTUS
                PAXILLUS
                PHYLLOPORUS
 
Indietro a SISTEMATICA   genere CHROOGOMPHUS (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Cappello feltrato-glutinoso, mai mucillagginoso. Carne alla rottura arancio. Lamelle spaziate e decorrenti di colore arancio o arancio-bruno. Microscopia: ife miceliari della base del gambo amiloidi.
 
Indietro a SISTEMATICA   genere HYGROPHOROPSIS (Eumycota, Basidiomycetes, Boletales, Boletaceae)
Cappello imbutiforme, feltroso, orlo involuto. Lamelle