AMB gruppo di Missaglia

Home pageChi SiamoMicologiaFoto albumParco CuroneLa brughieraRete EcologicaOasi TrezzoNovitàContattaci

 

 

 

UNSUBSCRIBE
 
Terminologia micologica
Un piccolo glossario micologico
testi del Gruppo Scientifico AMB Missaglia (GSM)

 

Link al Glossario Micologico di Wikipedia (enciclopedia libera)

Piccolo glossario

A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V W X Y Z

 

 Flag

Nome

Descrizione

A  

 Aculei

Rilievi a guisa di aghi o punte che formano la parte di certi generi (Hyndum, Tremellodon...) 

 

 Adnate

(lamelle adnate) attaccate al gambo ma non decorrenti sullo stesso. 

 

 Aghifoglie

 Alberi dove le foglie hanno la forma di aghi (pini, abeti) cappello dei funghi appartenenti alle famiglie delle morchellacee.

 

 Amorfo

 Senza forma definita.

 

 Anastomasi

 Unione irregolare di parti di fungo (solitamente lamelle per mezzo di venature).

 

 Anello

 Membrana che avvolge il gambo per un breve tratto a guisa di colletto o gonnellino.

 

 Apice

 Vertice o parte superiore.

 

 Appendice

 Prolungamento.

 

 Appendicolato

 Con frammenti frangiosi simili a brandelli.

 

 Areole

 Screpolature che lasciano intravedere la parte sottostante in caratteristici disegni geometrici.

 

 Armilla

 Anello che si origina nella parte inferiore del gambo.

 

 Ascendente

 Dicesi di anello che ricorda la forma di un colletto, libero nella parte superiore.

 

 Asco

 Sorta di sacca entro la quale sono situate le spore.

 

 Ascomiceti

 Funghi dove le spore sono trattenute all'interno di aschi o di sacche.

B  

 Basidio

 Cellula microscopica alla quale sono fissate le spore.

 

 Basidiomiceti

 Funghi dove le spore sono ancorate ai basidi.

 

 Biforcate

 (Lamelle biforcate) Quando le lamelle, in prossimità del gambo o del bordo del cappello, presentano una deviazione  a “ V

 

 Bordo

 Bordo

 

 Bulbillo

 Piccola ingrossatura alla base del gambo, solo lievemente accentuata.

 

 Bulbo

 Ingrossamento alla base del gambo a forma di tubero o cipolla più  o meno radicante.

C  

 Caduco

 Poco resistente.

 

 Campanulato

 Con forma di campana, parabolica.

 

 Canalato

 Con depressioni parallele abbastanza  profonde.

 

 Canalicato

Con depressioni parallele abbastanza  profonde.

 

 Capitulo

 Parte apicale di alcuni gasteromiceti a forma di testina tondeggiante, a volte sorretta  da un peduncolo.

 

 Carne

 Parte più interna e consistente di un carpoforo.

 

 Carpoforo

 O  Ricettacolo è la parte visibile del fungo

 

 Cartilaginoso

 Tenace, resistente, ma non troppo coriaceo.

 

 Cespitiso

 Crescente a gruppi.

 

 Circoncisa

 Dicesi di volva con il taglio superiore senza brandelli ma aderente al gambo.

 

 Clavato

 A forma di clava, con rigonfiamento nella parte terminale

 

 Columella

 Colonnetta  sterile  situata  al  centro  della gleba nei gasteromiceti.

 

 Concavo

 Formante una depressione (non brusca) centrale.

 

 Conifere

 Vedi aghifoglie.

 

 Convesso

 Con ampio rigonfiamento ad arco, parabolico e regolare.

 

 Cortina

 Residuo di velo generale che avvolge l'imenio.

 

 Costolature

 Ornamentazioni in rilievo che formano depressioni parallele e piuttosto profonde.

 

 Crittogame

 Vegetali che non si riproducono per mezzo di infiorescenza ma per mezzo di spore.

 

 Cuticola

 Pellicina, involucro che ricopre la carne del cappello.

D  

 Decorrenza

 Prolungamento verso il basso sul gambo(delle lamelle o  dei tubuli).

 

 Deliquescente

 Che  si trasforma in liquido.

 

 Discendente

 Dicesi di  anello che ricorda un gonnellino, libero nella parte inferiore.

 

 Disco

 Zona centrale del cappello.

 

 Dissociato

 Che forma placche o anelli concentrici.

 

 Distanti

 (Lamelle d.) Quando le lamelle sono staccate e distanti dal gambo

 

 Distanziate

 (Lamelle d.) Quando le lamelle sono staccate e distanti dal gambo.

 

 Dorso

 (Dorso della lamella) Parte superiore attaccata alla carne del cappello.

E  

 Eccentrico

 Non situato in posizione centrale (di solito dicesi di gambo rispetto al cappello).

 

 Emisferico

 A forma di sfera tagliata a metà.

 

 Endoperidio

 Strato interno del peridio.

 

 Epidermide

 Vedi cuticola.

 

 Epifragma

 Sottile membrana che ricopre la  parte  superiore delle nidulariacee nel primo stadio di sviluppo.

 

 Epigeo

 Che si sviluppa fuori terra in modo visibile.

 

 Erose

 Dicesi di lamelle che in prossimità dell'attaccatura con il gambo si assottigliano progressivamente.

 

 Esoperidio

 Strato esterno del peridio.

F  

 Faccia

 (Faccia delle lamelle) parte laterale di una lamella.

 

 Fanerogame

 Vegetali che si riproducono per mezzo di  infiorescenze.

 

 Fibrille

 Piccole ornamentazioni simili a fibre che sono situate o sulla superfice di un organo o all'interno di  esso (innate).

 

 Fibroso

 Formato da fibre che alla rottura non consentono una separazione netta delle parti.

 

 Filiforme

 (Gambo filiforme) molto sottile e fragile.

 

 Filo

(Filo delle lamelle) orlo o bordo della lamella (vedi taglio) che generalmente è rivoltato verso il basso.

 

 Fimicolo

 Dicesi di fungo che cresce esclusivamente su fimo (letame animale).

 

 Fitte

 (Lamelle fitte) Molto appressate tra loro.

 

 Forfora

 Sorta di polvere granulosa.

 

 Frangiato

 Ornato di residui simili a frange, a brandelli.

 

 Funiculi

 Sottili peduncoli o filamenti che uniscono i peridioli alla parte interna del peridio nelle nidulariacee.

 

 Fusiforme

 (Gambo fusiforme) a norma di fuso, con lieve  ingrossamento nella parte mediana e con successivo  restringimento alla base.

G  

 Gelatinoso

 Come  ricoperto di gelatina.

 

 Gibboso

 Con superficie irregolare per la presenza di prominenze arrotondate.

 

 Glabo

 Privo di ornamentazioni.

 

 Gleba

 Tessuto   compatto   che   costituisce   la carne dei gasteromiceti.

 

 Globoso

 Di forma quasi sferica, più o meno schiacciato e più o meno allungato.

 

 Glutine

 Sostanza viscido-gelatinosa, molliccia e spessa.

 

 Granulazioni

Piccoli granelli simili a sabbia.

 

 Granulosità

 Piccoli granelli simili a sabbia.

H  

 Habitat

 È il luogo dove vive il fungo.

 

 Habitus

 Portamento, aspetto, forma.

I  

 Ife

 Organi più o meno ramificati che formano il micelio.

 

 Igrofano

 Dicesi di parte del fungo che cambia colore e a seconda della umidità e siccità.

 

 Imenio

 Parte fertile di un fungo dove sono situate le  spore (lamelle, tubuli, aculei).

 

 Infundibuliforme

 Incavato, con forma ad imbuto.

 

 Intersezione

 Punto di diramazione o di congiungimento.

 

 Involuto

 Rivoltato, piegato (dicesi di cappello dove il bordo risulta arrotolato verso l'imenio.

 

 Ipogeo

 Che cresce sotto terra.

 

 Irsuto

 Irto di peli, ricoperto di peli.

L  

 Lamelle

 Piccole e sottili lamine appressate e solitamente rivolte verso il terreno, che formano  l'imenio delle agaricali.

 

 Lamellule

 Formazioni simili alle lamelle ma solitamente più corte e che sono situate tra le lamelle stesse.

 

 Latifoglie

 Alberi dove le foglie hanno una forma che non è quella ad ago (castagno, faggio, quercia .....).

 

 Lattice

 Siero acquoso, più o meno  denso, che  è presente  in certi generi di funghi (Lactarius, Mycena).

 

 Libere

 (Lamelle libere) non attaccate al gambo.

 

 Lignicolo

 Dicesi di fungo che cresce esclusivamente sul legno.

 

 Lobo / lobi

 Prominenze più o meno allungate o lembi che si diramano da una parte del carpoforo.

M  

 Macromiceti

 Funghi di una certa consistenza e con dimensioni ben visibili.

 

 Macroscopico

 Visibile ad occhio nudo.

 

 Margine

 Orlo, bordo (dicesi di cappello o di lamelle).

 

 Micelio

 Intreccio di ife che ha lo scopo di assorbire  le  sostanze nutritive   indispensabili   per la crescita dei funghi.

 

 Micofago

 Chi si nutre con i funghi.

 

 Micofilo

 Chi ama i funghi e si interessa a loro.

 

 Micologo

 Chi studia i funghi.

 

 Micoroscopico

 Visibile solo per mezzo di strumenti ottici (lenti d’ingrandimento, microscopio .....).

 

 Micorrizia

 Legame che hanno i funghi con le radici degli alberi.

 

 Mitra

 Parte apicale che rappresenta il cappello  in  alcuni ascomiceti.

 

 Mixomiceti

 Funghi microscopici che, se in grande quantità, appaiono come una massa mucillaginosa.

N  

 Nervature

 Formazioni   simili  a  lamelle ma  più indurite  ed ispessite.

O  

 Ombelicato

 Con depressione o fossetta (di solito riguarda il cappello).

 

 Orlo

 (Orlo della lamella) Vedi Filo e Taglio.

 

 Ostiolo

 Orifizio che si forma solitamente nei funghi appartenenti ai gasteromiceti per consentire  la fuoriuscita delle spore.

P  

 Papilla

Prominenza situata al centro del cappello  a  guisa di piccolo rigonfiamento a capezzolo.

 

 Parassita

 Che si forma su un substrato in vita causandone malattia o morte.

 

 Peduncolo

 Breve gambo o appendice  radiciforme  che  sorregge il carpoforo.

 

 Peridio

 Strato esterno che avvolge la gleba nei gasteromiceti.

 

 Peridioli

 Cellette che si formano nella gleba dei gasteromiceti (nidulariacee) rimanendo fissate sulle pareti interne del peridio.

 

 Peristoma

 Piccolo cratere conico situato all'apice dell'ostiolo.

 

 Pigmento

 Colorazione.

 

 Pileo

 Cappello, parte apicale.

 

 Plasmodio

 Sostanza mucillaginosa senza membrana  che  forma  il corpo fruttifero nei maxomiceti.

 

 Plisettato

 Con piege simile a quelle di un ventaglio.

 

 Polimorfo

 Che può assumere diverse sembianze, aspetti, forme.

 

 Pori

 Parti terminali dei tubuli a guisa di orifizio per permettere la fuoriuscita delle spore.

 

 Pruina

 Polvere farinosa.

R  

 Radicante

 Che si insinua più o meno profondamente nel terreno,  restringendosi.

 

 Resupinato

 Adagiato, coricato, con l'imenio sulla parte laterale o rivolto verso l'alto.

 

 Reticolo

 Disegno caratteristico  a maglie, a rete, con contorni più o meno in rilievo.

 

 Revoluto

 Rialzato e di conseguenza che dà un aspetto  concavo  (dicesi di bordo di cappello).

 

 Ricettacolo

 (Vedi carpoforo.).

S  

 Saprofita

 Che trae nutrimento da materiale in decomposizione.

 

 Sclerozio

 Sorta di tubero, di solito interrato, al quale il ricettacolo è unito per mezzo di gambo o di filamenti.

 

 Scrobicoli

 Piccole cavità situate di solito sul gambo.

 

 Seghettature

 (Lamelle seghettate) quando il loro taglio, ingrandito, non si presenta liscio ma con incisioni.

 

 Sericeo

 Lucente e liscio, brillante.

 

 Sessile

 A mensola, privo di gambo.

 

 Sezione

 Taglio di un ricettacolo dall'alto al basso per evidenziare la parte interna.

 

 Sferocisti

 Ife di forma arrotondante, tondeggianti, che formano la carne nelle russulacee.

 

 Simbiosi

 Comunione, vita in comune.

 

Sitematica

 La sistematica è la scienza che classifica gli esseri viventi.

 

 Solcato

 Con depressioni consecutive che si alternano  a  piccoli rilievi (il solco è più profondo della striatura).

 

 Spaziate

 (Lamelle spaziate) distanti tra di loro, con  spaziatura tra una e l'altra.

 

 Spore

 Semi microscopici che risiedono nell'imenio e  cadono sul terreno a maturità.

 

 Squame

 Formazioni più o meno in rilievo, simili a scaglie, che si originano sovente per sfaldature dei tessuti.

 

 Stipite

 Gambo.

 

 Striature

 Depressioni parallele e poco profonde (poco  percettibili al tatto).

 

 Suberoso

 Duro, coriaceo.

 

 Subgleba

 Parte sottostante la gleba, di solito di consistenza spugnosa e sterile.

 

 Substrato

 Parte che da nutrimento al carpoforo (terra, legno, erba..).

T  

 Taglente

 (Vedi filo).

 

 Taglio

 Orlo o bordo della lamella (vedi filo), dicesi anche  della operazione manuale per ottenere la sezione di un fungo.

 

 Terricolo

 Crescente sul terreno.

 

 Tomentoso

 Quasi vellutato, con peli fitti ma corti.

 

 Tortile

 Corto, piccolo ma robusto.

 

 Tubercolo

 Ornamentazione che si riscontra sul bordo del cappello in presenza di sottostanti lamelle anastomotose.

 

 Tuboli

 Ammasso di numerosi tubicini che formano l'imenio nelle boletacee e polyporacee.

 

 Tubuli

 Ammasso di numerosi tubicini che formano l'imenio nelle boletacee e polyporacee.

 

 Turbinato

 A forma di trottola.

U  

 Umbone

 Rigonfiamento al centro del cappello più o meno largo, acuto o rugoso.

V  

 Velo

 Involucro entro al quale si sviluppa un carpoforo; può essere parziale o generale.

 

 Verruche

 Frammenti di volva che sono rimasti attaccati al cappello durante la fase di sviluppo.

 

 Villoso

 Peloso, irto di peli.

 

 Volva

 Parte del velo che rimane ancorata  alla  base del  gambo sotto forma di guaina o calza.

Z  

 Zonature

 Fasi alterne di colore che si succedono in alcune parti di un ricettacolo (di solito cappello o gambo).

 

 

© Copyright, fughigsm.com